Crea sito

Il sito della scrittrice Anna Maria Funari

Domenica, Gennaio 21, 2018

I miei Racconti


UNA NOTTE PER CAPIRE
 
Quel mattino Steve era andato a letto tardi; era stato in giro fino alle quattro per procurarsi un po’ di roba; dopo tanto vagare, era riuscito a trovarla ma si era dovuto rivolgere ad un altro spacciatore, visto che il suo fornitore abituale era stato beccato dalla Polizia; l’aveva anche pagata più cara, ma aveva bisogno di sapere di averla a disposizione in qualunque momento avesse voluto.
Poi se n’era andato a casa, costeggiando i vicoli bui, e passando per il vialetto che dava sul retro, dov’era il garage. Si era seduto sui gradini della porta di servizio e aveva guardato in alto, verso le finestre, per controllare che non vi fossero luci e non era restato un gran che deluso nel constatare che la casa era avvolta dal buio.
Steve si drogava già da qualche anno, da quando sua madre era morta e suo padre, dopo solo qualche mese, si era risposato.

Leggi tutto: "Una notte per capire" (1985)

piazza navona

Era la vigilia di Natale e Marco girovagava per le vie della sua Roma, affollata più del solito; la gente si affannava nelle classiche compere dell’ultimo minuto e tutti sembravano impazziti.
Si soffermò per un momento davanti ad un negozio di alimentari; nella vetrina, in bella vista, c’erano dolci di tutte le varietà e piatti natalizi provenienti da ogni angolo d’Italia.
Marco li osservò e si rese conto che di alcune di quelle delicatezze non conosceva neppure il sapore.
Per lui il giorno di Natale era come qualsiasi altro, un giorno in cui, al pari degli altri 364, aveva qualche difficoltà a procurarsi un pezzo di pane. E dire che per tanta gente, Natale era solo un’occasione unica per mangiare ben oltre il necessario e per togliersi magari un costosissimo “sfizio”.

Copyright©

Copyright © 2018 Sito della scrittrice Anna Maria Funari. Tutti i diritti riservati.
Grafica e Web design - Web-et.it - Web et Graphic Solutions.

Visite al sito

23062